InfoEuroSicilia - C.A.T. Centro di Assistenza Tecnica

 
Home Chi Siamo Servizi Progetti Formazione Info - Contatti
 
 
InfoEuroSicilia - C.A.T. Centro di Assistenza Tecnica
Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


iscriviti cancellati
Circuito PalermoCapitale
Qui Sicilia
 
 
 
Normativa di settore
 
Sottomisura 4.01.d - "AIUTI AL COMMERCIO ED ALL'ARTIGIANATO"

Oggetto e finalità del bando
Attivazione di progetti mirati alla riqualificazione ed alla valorizzazione delle strutture produttive e/o distributive nell'ambito di un programma di riqualificazione di contesti territoriali specifici (aree urbane o rurali svantaggiate e/o degradate) attraverso l'incentivazione all'associazione di P.M.I. commerciali ed artigianali esercenti la loro attività in ambiti territoriali comuni, ricadenti in tali contesti, al fine di conseguire una migliore offerta dei servizi con l'ottimizzazione della rete commerciale e la possibilità di usufruire di economie di scala dovute all'utilizzazione di servizi comuni. Per tali finalità è possibile attivare un regime di aiuto, rientrante nell'ambito di applicazioni della regola del "de minimis", concernente la concessione di contributi, alle P.M.I. commerciali ed artigianali consorziate, nella misura del 50% della spesa sostenuta per la realizzazione di servizi comuni e per la riqualificazione delle strutture produttive e/o distributive.

Soggetti Promotori e imprese finanziabili
Gli interventi possono essere richiesti da P.M.I. commerciali ed artigianali esercenti la loro attività in ambiti territoriali comuni che intendono costituirsi in forma di consorzio.
Intensità di aiuto e spese ammissibili
L'aiuto consiste nella concessione di un contributo nella misura del 50% della spesa ammissibile e, comunque, per un importo non superiore a quello stabilito nel regolamento comunitario n. 69/2001 degli aiuti "de minimis" (100,00 €).
Sono ammissibili, tra le spese previste dal regolamento comunitario n. 448 del 10 marzo 2004 che modificano il regolamento CE n. 1685/2000, quelle effettuate per:

 

a)

spese per la consulenza tecnica necessaria per la progettazione ed esecuzione dell'operazione;

 

b)

realizzazione di un sito web e messa in rete delle imprese consorziate;

 

c)

interventi di fidelizzazione della clientela;

 

d)

identificazione e realizzazione di una immagine comune e delle relative attività promozionali, anche attraverso l'adeguamento dei sistemi di gestione aziendale secondo standard internazionali riconosciuti;

 

e)

riqualificazione della struttura distributiva consistente in particolare nella:

 

 

1)

realizzazione dei siti web per la promozione delle produzioni e delle proposte commerciali;

 

 

2)

adeguamento alle esigenze di riqualificazione ambientale delle vetrine, dell'immagine e dei prospetti;

 

 

3)

acquisti di arredi ed attrezzature;

 

 

4)

realizzazione di iniziative promozionali;

 

 

5)

apparecchiature elettroniche relative ai servizi comuni

 

f)

I.V.A. solo se non recuperabile

Provvedimento di concessione
Il provvedimento di concessione del beneficio verrà emanato non appena perverrà all'Assessorato competente l'atto costitutivo del consorzio, debitamente registrato; a seguito di richiesta sarà possibile erogare fino al 50% del contributo concesso previa presentazione da parte del soggetto beneficiario di apposita fidejussione bancaria o assicurativa a garanzia delle somme anticipate per l'intero periodo di effettuazione dei lavori.

Avvio e conclusione dei lavori
Entro 2 mesi dall'emissione del decreto di finanziamento dovranno essere avviati, pena la revoca del beneficio concesso, i lavori di realizzazione del progetto comune, di cui dovrà darsi comunicazione all'Assessorato, il progetto dovrà essere definitivamente completato entro un anno dall'inizio dei lavori.
Sono comunque, ammesse a finanziamento le spese sostenute per gli interventi di cui alla lettera e), coerenti con il progetto comune presentato, sostenute successivamente alla data di presentazione dell'istanza.
L'Assessorato regionale si riserva di concedere proroghe, per un massimo cumulabile di mesi 6, in presenza di documentazione e congrue motivazioni ed a condizione che il soggetto beneficiario, nel caso di anticipazione già erogata, proroghi per il corrispondente periodo la durata della fidejussione.

Controlli e revoca dei benefici
L'Assessorato regionale competente, si riserva la facoltà di disporre, in qualsiasi momento, ispezioni sull'esecuzione dei lavori.
Nel caso in cui si sia verificata l'assenza di uno o più requisiti previsti per l'accesso ai benefici per fatti comunque imputabili al richiedente, e non sanabili, l'Assessorato regionale, provvede alla revoca degli aiuti ed alla applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria consistente in una somma fino ad un massimo del 50% dell'importo dell'intervento indebitamente fruito.
Analoga sanzione è prevista in caso di erogazione già disposta, a norma del presente bando, in violazione del disposto de minimis.
Qualora i beni acquistati con l'intervento siano ceduti, alienati o distrutti nei 5 anni successivi alla concessione, è disposta la revoca del finanziamento e la restituzione anche in misura parziale, e comunque proporzionale all'inadempimento riscontrato, di quanto percepito, maggiorato degli interessi pari al tasso ufficiale di sconto.
Il mancato rispetto dei termini previsto dalle disposizioni citate per la realizzazione dei progetti ammessi a finanziamento, comporterà la revoca del finanziamento concesso e l'incameramento dell'eventuale fidejussione.
 

Circuito PalermoCapitale

Acom

Yacht Design

www.acom-yacht.eu

Edrisi Viaggi

Destination Management

Company

www.edrisiviaggi.it

Aldi Rappresentanze

Koss, Energy, Yamaha,

Meliconi

www.aldirappresentanze.it

Pasticceria Delizia

Pasticceria

Specialità Siciliane

www.pasticceriadelizia.com

 
 
     
InfoEuroSicilia - C.A.T. Centro di Assistenza Tecnica